"Il temperamento del bambino". Convegno dell'8 novembre 2014

"Il temperamento del bambino: come nasce, come si sviluppa, come prendersene cura"

 

Il giorno sabato 8 novembre 2014 presso l’agriturismo San Giuseppe a Taneto di Gattatico (RE) lo Studio Medico Bernadette ha organizzato un seminario che ha riscosso un grande interesse da un pubblico variegato composto da genitori, insegnanti, psicologi, medici e operatori nell’ambito dell’età evolutiva. Tutti erano accomunati dal desiderio di capire meglio chi è il bambino e come sia possibile prendersene cura.
Al mattino dopo la presentazione dei lavori a cura del dott. Giovanni Spaggiari, che ha passato in rassegna diversi studi scientifici sul tema dell’effetto del suono sul sistema nervoso, hanno dato il proprio contributo il dott. Paolo Usai e la dott. Gabriella De Capitani.
Il dott. Usai ha voluto evidenziare la complessità del sistema in cui il bambino cresce e da cui prende forma il proprio temperamento. Dalle sue parole è parso evidente quanto sia necessario per comprendere il bambino far emergere le dinamiche relazionali che caratterizzano il sistema nel quale egli è inserito. Talvolta è di primaria importanza intervenire su alcune delle relazione presenti nel sistema famigliare per permettere al bambino di sviluppare il proprio temperamento in modo armonioso.

 


La dott.ssa De Capitani s’è soffermata sulla voce come strumento attraverso cui entriamo in relazione con noi stessi e con le persone che ci stanno vicino. La voce, non ci pensiamo quasi mai, è riflesso dell’anima, come diceva Platone. L’esposizione ha permesso di comprendere come la voce sia energia "la cui forza dipende dall’ancoraggio dell’uomo nel suo centro di gravità” (Jacques Bonhomme).

Il pomeriggio è stato molto intenso.  Gli interventi che si sono susseguiti hanno catturato l’attenzione dei partecipanti che nonostante il ritmo e l’intensità degli argomenti trattati sono rimasti all’ascolto dalle 14:00 fino alle 20:00.

Il dott. Usai ha completato il proprio intervento mattutino proponendo una accurata disamina psicosociale della famiglia oggi. Ha potuto soffermarsi sulle differenze tra la famiglia etica (di ieri) e la famiglia affettiva (di oggi) evidenziandone i rischi e le opportunità.
Il dott. Paterlini Martino ha approfondito il ruolo della voce della madre e del padre nella genesi e nello sviluppo del temperamento del bambino. Grazie all’intervento del mattino è subito parso chiaro come la voce della madre e del padre siano capaci di veicolare messaggi importantissimi al bambino che è chiamato a rispondere e trovare un proprio modo di stare in relazione con il mondo. Il ruolo del padre e della madre sono risultati complementari e per ciascuno dei due il dott. Paterlini ha illustrato le specifiche funzioni per lo sviluppo del temperamento del bambino. 

La dott.ssa  Anna Meazza ha presentato il risultati di una ricerca scientifica pubblicata recentemente su una rivista americana e da lei stessa realizzata in collaborazione con l’ospedale Mangiagalli di Milano (è possibile consultare la ricerca al sito della rivista: elsevier). Possiamo ora dire coi crismi della scienza che la voce materna favorisce lo sviluppo delle principali funzioni cognitive e diminuisce in modo significativo lo stress dei bambini prematuri. Leggi l'intervento della dott.ssa Meazza (in pdf)


Infine il dott. Davide Angelucci ha condotto i partecipanti ad una visione illuminante dei diversi temperamenti del bambino. Nella sua esperienza da pediatra ha scoperto un nuovo modo di interessarsi allo sviluppo del bambino considerando i suoi sintomi di malessere come degli indicatori importanti della propria specifica personalità. Grazie all’apporto della medicina naturale cinese e alla omeopatia è stato possibile intravedere nuove strade per prendersi cura del bambino attraverso la scelta consapevole degli alimenti sia in chiave preventiva che in chiave curativa. 

Guarda gli abcstract del seminario (in pdf)
Alcune immagini della giornata: