Psicoterapia e Psichiatria

Mangia che ti passa: psicologia, emozioni e cibo

Mangia che ti passa_ psicologia, emozioni e cibo

Quando il cibo serve a regolare le emozioni

La psicologia ci spiega che le emozioni servono ed ognuno trova una modalità personale di gestirle nei momenti difficili… chi fa più sport, chi fuma, chi beve, chi utilizza il cibo come sfogo (aumenta, restringe, ricerca la qualità…).

In diversi momenti della vita, quando siamo troppo sotto stress, rischiamo di non avere adeguata consapevolezza delle nostre emozioni e perdiamo la possibilità di gestirle costruttivamente. Gli eventi negativi come gli stati emotivi troppo intensi, possono diventare intollerabili e rispondiamo ad essi attraverso un consumo eccessivo (mangiare troppo e male) o una restrizione alimentare (diminuiamo l’assunzione di cibo sperimentando una sensazione di maggiore controllo e/o eccediamo nella ricerca esasperata della qualità).

Queste due modalità di risposta sono tipiche della popolazione normale se limitate nel tempo, altrimenti rischiano ad ogni età di diventare modalità croniche di gestione delle emozioni, con conseguenze gravi per la psiche (bassa autostima, depressione ecc. ) e per il fisico (varie patologie). L’alimentazione è connessa allo stato emotivo e cognitivo, questo è uno dei motivi che porta al fallimento di molte diete, quando queste non sono supportate da un adeguato percorso psicologico.

Un percorso psicologico permette di imparare ad ascoltare il proprio corpo per prendere contatto con le emozioni e i bisogni più profondi.
La collaborazione tra professionisti diventa la risposta più efficace nel trattamento delle difficoltà in ambito nutrizionale, la possibilità di rispondere a livello psico-fisico è la nuova possibilità per un benessere che è sempre raggiungibile.

DOTT. GIAMPIERO FIORINI

PSICOLOGO, PSICOTERAPEUTA, PSICANALISTA
Esperto in psicodiagnostica clinica e forense